Dott.ssa Daniela Abbrescia | Psicologa, Psicoterapeuta, Psicologia Giuridica, Arte Terapia, Bari e provincia, Italia

  • Benessere psicologico delle donne: il circolo femminile - Bari

     

    benessere psicologico delle donneIl circolo femminile è un percorso di prevenzione e sostegno psicologico che consiste in un gruppo dove esprimere ed affrontare problemi specifici dell’essere nel mondo femminile e confrontarsi con i suoi peculiari risvolti. L’obiettivo principale di questi gruppi è favorire il benessere psicologico delle donne creando momenti di condivisione per elaborare temi riguardanti gli aspetti relazionali e psicologici derivati dal ciclo di vita e legati all’identità femminile.

    L’idea nasce dalle riflessioni di due figure professionali che nel corso degli anni hanno avuto modo di acquisire esperienza circa le dinamiche femminili in diversi contesti. Ad esempio, si è notato che alcune persone inserite in percorsi psicologici di tipo individuale o in gruppi tematici esprimevano, in modo esplicito e talvolta anche implicito, il desiderio e la possibilità di potersi incontrare in uno spazio interamente rivolto a donne.

     

  • Il circolo femminile - Bari

    circolo femminile2Il circolo femminile è uno spazio di gruppo per esprimere ed affrontare problemi specifici dell’essere nel mondo femminile e confrontarsi con i suoi peculiari risvolti. L’obiettivo principale è favorire il benessere psicologico delle donne creando momenti di condivisione per elaborare temi riguardanti gli aspetti relazionali e psicologici derivati dal ciclo di vita e legati all’identità femminile.

    Il percorso è rivolto a piccoli gruppi di massimo sei partecipanti, e si articola in quattro incontri con cadenza quindicinale della durata di due ore e trenta minuti, con la possibilità di proseguire anche nei percorsi successivi.

    Le attività si svolgono presso la sede di CRE.Attiva, in Corso Benedetto Croce 29 a Bari.

  • Le immagini in psicoterapia: Tracce del se'

    immagini psicoterapia smL’immagine, statica o in movimento, mette in contatto la persona che la guarda con significati e sensi soggettivi, ricordi e contenuti che spesso vanno oltre ciò che è racchiuso nell’immagine in sé. Questo meccanismo identificativo sembra essere ancor più attivo e presente se le immagini che stiamo osservando sono le nostre. Per nostre intendo le immagini in cui siamo chiaramente visibili, ma anche quelle in cui in qualche modo siamo inclusi senza esser visti, ad esempio se siamo noi i “registi” dello scatto.

    L’immagine rappresenta dunque una traccia di noi, una specie di impronta storica ed emotiva che fa parte della nostra vita in quanto ne rappresenta un pezzo, una porzione di tempo che abbiamo in qualche modo riempito con dei contenuti. Certamente, c’è differenza tra immagine statica e dinamica, e dunque tra fotografia e video, data la loro differente conformazione a due o tre dimensioni.

Cerchi uno Psicologo a Bari e Provincia, un esperto di Arte Terapia o un perito di Psicologia Giuridica? 

Contattami

s5 logo

Via Luigi Milella, 6
70124 Bari (BA)
Italia

Cellulare: (+39) 338 69 90 053

Iscriviti alla Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo

Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Utilizzando il nostro sito approvi l'utilizzo dei cookie sul tuo device.